Fioraio.it - Consegna fiori a Domicilio in Italia e nel Mondo

Lu-Ve 8:30-12:30  14:30-18:00  Sa 8:30-12:30

0,00
800-618667

Fibra di legno: nuovo componente dei substrati di coltivazione


Nell'ambito dei substrati di coltivazione la possibilità di utilizzare componenti inerti che permettano di lavorare in situazioni tali da migliorare la sanità della rizosfera e contemporaneamente di poter gestire al meglio la nutrizione vegetale rappresenta oggi un'esigenza del mercato. Proprio per questa ragione si assiste a una costante ricerca di nuovi componenti che ne migliorino la qualità. La possibilità di adoperare materia prima locale, come il legno dei nostri boschi è stata la spinta che ha portato i titolari di Fibra di Legno, con sede a Fino Mornasco, in provincia di Como, a ricondurre la fibra proveniente da foreste controllate al mercato florovivastico professionale e hobbistico.

Com'è nata l'idea? L'utilizzo della fibra di legno è una novità nel panorama italiano dei substrati di coltivazione per uso professionale e hobbistico, ma in altri Paesi è diffuso da tempo. In Svizzera, che è stata pioniera in questo campo, è adoperata da metà degli anni Novanta. L'Inghilterra l'ha scelta per il parco olimpico di Londra 2012. Anche in Austria e Germania c'è un buon impiego. Dal punto di vista delle caratteristiche chimico-fisiche, tra i parametri della fibra di legno che sono di interesse per le coltivazioni quali valori medi presenta?

Tra i parametri fisici di questa componente, i più importanti sono l'elevata porosità totale, compresa tra 90 e 95%, comparabile a miscele di substrati professionali per il florovivaismo, il pH mediamente compreso tra 5,5 e 7, e la conducibilità elettrica 0,1 – 0,4 mS/cm. Questi valori rendono la fibra di legno idonea a far parte di miscele sia per la fase di propagazione che inizio coltivazione, tanto nel settore professionale che in quello hobbistico.

Un altro punto che interessa i florivivaisti è la costanza di queste caratteristiche. La costanza delle proprietà chimico-fisiche del materiale è data dalle specie utilizzate e dai luoghi da cui viene raccolta. Conoscendo i terreni e i boschi da cui viene prelevata la materia prima, quali specie vegetali e quali parti di esse vengono impiegate, abbiamo modo di sapere anche quale sarà la qualità finale del materiale. E' un prodotto naturale, quindi con un range minimo di variazione, però sempre entro le tolleranze previste per la legge.

Da dove proviene il materiale di partenza? Il materiale è ottenuto dal taglio  e dalla cippatura di tronchi e rami di latifoglie e conifere presenti nel comprensorio delle province di Como e Varese.

Come avviene il processo produttivo? Si parte con la fase di estrusione, mediante la quale la materia ligneo-cellulosica viene sottoposta a una trasformazione fisco-meccanica che la fa letteralmente “esplodere”, sfibrandola e rendendola soffice e porosa. Quindi si passa alla vagliatura che  separa il materiale grossolano da quello fine e infine alla calibrazione che rende il prodotto uniforme.

Riguardo la sterilità del prodotto cosa ci dice? La sterilità del materiale è garantita dal raggiungimento, all'interno dell'estrusore, di una temperatura compresa tra i 125-150°C per una durata di 15-20 minuti.

Siete in grado di produrre materiale a diversa granulometria? Attualmente produciamo un materiale più fine e uno con elevata presenza di stick legnosi strutturanti.

Oltre all'attuale, avete in programma di aprire altri impianti? La capacità produttiva dell'impianto di Fino Mornasco è di 150.000-200.000 metri cubi all'anno per linea di produzione. Il nostro piano di sviluppo prevede l'apertura di altri tre centri produttivi in Italia oltre al raddoppio della linea attuale.

Inviare fiori è un'idea originale e innovativa che vi permetterà di inviare fiori a chi è lontano da voi, ma sempre nei vostri cuori. Con il nostro servizio inviare fiori è facile e la consegna è a domicilio.

Lo staff di Fioraio.it




CHATTA CON FIORAIO.IT
Informativa Privacy e Cookies

Questo sito fa uso di cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics.

Se vuoi avere maggiori informazioni sull’utilizzo dei cookie nel sito, leggi la nostra informativa estesa.
X Ho capito, chiudi